Estance

L’amore di una mamma e un papà non ha limiti di età

Un figlio è frutto della mente e del cuore, un figlio è per sempre

Un genitore c’è sempre per il proprio figlio, lo accoglie tra le sue braccia alla nascita e lo accompagna e sostiene per tutta la sua vita. Con questo spirito nasce la Casa della Gioventù: un appartamento che accoglie i giovani ragazzi, che diventati adulti, vogliono continuare a vivere nella grande famiglia Amore e Libertà, proseguire il percorso
di studi universitario o professionale.

Tra i ragazzi accolti nella Casa della Gioventù c’è Estance, arrivato nella famiglia Amore e Libertà nel 2013

Aveva solo 8 anni quando è stato abbandonato a Kinshasa, capitale del Congo, ma per raccontare la sua storia è necessario andare indietro nel tempo.
All’età di 5 anni i genitori di Estance si separano e lui si ritrova a vivere da solo con la madre. La mamma non ha una casa, non lavora ed Estance è costretto ad abbandonare la scuola, ma anche se non devono più pagare la retta scolastica il cibo scarseggia e la mamma inizia a cercare riparo da capi spirituali che la convincono che le difficoltà che si trova ad affrontare sono causate da suo figlio.
L’idea che Estance fosse un bambino stregone è sempre più forte, tanto che la sua mamma non lo fa mangiare per giorni e giorni o lo costringe a sottoporsi a riti di purificazione che sono vere e proprie torture.
Estance subisce tutto questo per due anni; fino a quando la madre non conosce un giovane militare disposto a sposarla a patto che lo abbandoni. Nessuno voleva prendersi cura di lui, né la madre né il padre, per questo decide di fuggire.

Era solo un bambino quando decide di fuggire

La prima persona da cui va è un sacerdote congolese che aveva conosciuto nella Parrocchia in cui andava a pregare con la madre prima che si allontanasse da Dio. Il sacerdote lo accoglie nella missione dove viveva con altri bambini di strada. Per la prima volta aveva la sensazione che esistesse un posto da chiamare casa. Ma di lì a poco mancano i fondi necessari al mantenimento della missione, e il sacerdote se ne va lasciando ai bambini la casa dove abitano.

A 14 anni Estance si ritrova a vivere da solo con 22 “fratelli” più piccoli a cui badare. 

Pagare la retta scolastica diventa impossibile, non c’è più cibo e i soldi servono per comprare da mangiare per lui e i suoi fratelli. Ma Estance vuole continuare a studiare! Così dopo aver conosciuto la missione Amore e Libertà chiede subito di poter frequentare gratuitamente l’Ecolé de la Liberté. Viene accolto tra gli studenti, e subito si distingue fra tutti gli alunni, tanto che l’anno del diploma consegue il punteggio più alto della scuola.

Oggi si è trasferito in Italia, a Firenze, dove frequenta la facoltà di ingegneria

Continua a vivere nella nostra famiglia: mancano pochi esami al grande traguardo e lui aspetta con grande gioia che arrivi il giorno in cui verrà proclamato ingegnere. Non sappiamo cosa riserverà per lui il futuro ma qualsiasi cosa accada avrà per sempre una famiglia che lo ama immensamente. 

Scopri cosa puoi fare tu

Leggi altre storie

Estance

A 14 anni vivevo solo, con 22 “fratelli” più piccoli a cui badare. L'opportunità di studiare all'Ecole de la Liberté mi ha cambiato la vita.

Maddalena

Il volontariato è un atto di grande amore, io ho lasciato un pezzo del mio cuore in Congo e spero proprio un giorno di andare a riprenderlo.

Gedeon

Per sempre il suo corpo e il suo cuore saranno segnati dalle cicatrici di un’infanzia negata. Ma adesso non è più solo, ha l’amore di una famiglia!

Resta in contatto con noi

Come preferisci ricevere informazioni?